Certificato di Idoneità Statica (CIS)

Il regolamento Edilizio del Comune di Milano, stipulato il 6 novembre 2014, prevede per certe categorie di fabbricati l’obbligo di entrare in possesso di un documento: il Certificato di idoneità statica (o CIS).

La responsabilità fa capo al proprietario dell’immobile o all’Amministratore nel caso di un contesto condominiale.

Nel caso di mancato rilascio del CIS nei limiti stabiliti, verrà meno l’agibilità dell’edificio, inoltre non sarà possibile presentare una di una copertura assicurativa e vi sarà l’impossibilità di vendita dell’immobile.
Infatti  in caso di compravendita i notai sono tenuti ad allegare la certificazione all’atto senza la quale viene invalidata la commerciabilità della struttura.

Le tipologie di edifici che dovranno necessariamente essere sottoposti a tale verifica sono le seguenti:
– tutti gli stabili ultimati da 50 anni o più che sono tuttora sprovvisti di certificato di collaudo statico. Questi dovranno presentare la documentazione entro il 2019.
–  tutti gli stabili che sono già in possesso di certificato con data di collaudo pari o superiore ai 50 anni.  Questi dovranno presentare la documentazione entro il 2024.

Le modalità di verifica possono svilupparsi secondo due livelli di indagine, ovvero due diversi livelli di approfondimento e, di conseguenza, con due diversi documenti:

Verifiche di primo livello
Si basano su di analisi qualitative composte da indagini visive; valutazioni della storia e valutazioni riguardo il contesto in cui si trova l’edificio.
Le verifiche di primo livello comportano una serie di attività che devono essere condotte da un tecnico abilitato ed iscritto all’Albo di appartenenza professionale.
Superato questo livello d’indagine il CIS viene emesso a seguito della compilazione della “Scheda Livello 1”. Questo documento possiede una validità massima di 15 anni.

Verifiche di secondo livello
Qualora le verifiche di primo livello non siano state considerate esaustive si passa ad un secondo livello di indagine: in questo caso si andrà ad analizzare la sicurezza della struttura secondo le disposizioni delle norme in vigore.
Superato positivamente il secondo livello avviene il rilascio del CIS che, anche in questo caso, ha una validità massima di 15 anni.

Menu